top of page

La casa di Bernarda Alba

Prima Nazionale 21 Ottobre 2020

Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale

Di

Federico Garcìa Lorca

Regia

Adattamento del Testo 

Leonardo Lidi

Scene e Luci 

Nicolas Bovey

Costumi 

Aurora Damanti

Suono 

Dario Felli

Fotografie di scena

Luigi De Palma

 inaugura la stagione al teatro carignano 'la casa di bernarda alba'

 con la regia di leonardo lidi

Con

Bernarda

Francesca Mazza

La Serva

Orietta Notari

Angustia

Francesca Bracchino

Martirio

Paola Giannini

Maddalena 

Barbara Mattavelli

Amelia

Matilde Vigna

Adela 

Giuliana Bianca Vigogna

Lui

Riccardo Micheletti

Le Figlie 

 " Gli abiti neri di Bernarda Alba e le sue figlie, abiti a lutto per la morte dell'uomo di casa (...) E a fare da contrasto sono le parrucche bianco/argentate delle figlie, un pò tutte uguali, come se fossero le ballerine di fila di un certo varietà televisivo degli anni Sessanta".

(Sipario.it)

"la sorte di una sara'la sorte di tutte"

(amelia, la casa di bernarda alba)

"Ah! Si è messa l'Abito Verde che si era fatta per il suo compleanno ed è andata in cortile, gridando a gran voce:

Galline, galline, guardatemi!" 

(maddalena, la casa di bernarda alba)

"E di fatto la teca la macchina scenica allestita per questo Lorca europeo da Lidi non è nient'altro che una scatola di vetro, una teca per insetti, un rettilario dove strisciano veleni e sottointesi. Una teca di serpi femmine che si lusingano e si minacciano mantenendo la propria corsia come si trattasse di salvaguardare il proprio spazio a costo di ogni cosa. Perciò non c'è colore e quello che c'è, espressione ancora una volta di un desiderio inestinguibile, è un verde di una violenza che non si può esprimere".

(Marcello Fois)

"Leonardo Lidi (...) ora, dirige uno dei testi che meglio incarna la critica a temi ancora attuali come il conflitto tra morale autoritaria e desiderio di libertà, il ruolo della donna, ma anche uno sguardo all'ipocrisia e al classismo".

(Teatro.it)

"(...) A pervadere la scena ne ' La casa di Bernarda Alba' diretta da Leonardo Lidi è proprio un prepotente lucore albino, (...) compresso entro un reticolato di plexiglass piombati, che fungono al tempo stesso da schermi, specchi e asfittico feretro: all'interno di questo abbacinante perimetro, disegnato per l'occasione da Nicolas Bovey, si rincorrono alcune anime ibseniane, unicorni abnormi e decolorati di uno "zoo di vetro" che ha il retrogusto inquietante del "bagno manicomiale". (...) Unica nota cromatica in questo affresco in bianco e nero (cui contribuiscono non poco le vesti di Aurora Damanti, tra il castigato e il succinto), il verde speranza delle calze di Adele, preludio alla metamorfosi finale della ragazza, che riappare in scena post-mortem come Fiordipisello. (...) L'epilogo, inducendoci al silenzio riesce comunque a offrire un senso di liberazione, o meglio di libertà".

(Matteo Tamborrino, Krapp's Last Post)

alza il volume

Produzione

Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale

bottom of page